Bottos 1848

GREENGO NODE: LA MACCHINA FOTOGRAFICA ISTANTANEA PER CONOSCERE I SUOLI

In relazione al rispetto dell’ambiente è sempre più importante la riduzione del consumo delle risorse naturali presenti nei terreni. In contesti di risparmio dei costi di gestione dei giardini è sempre più importante l’ottimizzazione di tutto ciò che il suolo contiene. In situazioni di stress, per esempio idrici e/o termici (siccità e caldo) è sempre più importante conoscere le dotazioni reali dei substrati di coltura che ospitano i prati. Si tratta di riuscire a possedere-conoscere-leggere ed interpretare in maniera quantitativa alcuni parametri dei suoli determinanti per la vita dei vegetali. La soluzione la si ottiene installando la centralina multisensore GREENGO NODE.



Si tratta di un dispositivo semplice, ma raffinato che raccoglie precise informazioni sui parametri ipogei di temperatura, di contenuto d’acqua e di conducibilità elettrica. Estate. Qual è uno dei principali problemi nel quale ogni bravo manutentore incappa sempre? Certamente la reale conoscenza della quantità di acqua disponibile per riuscire a gestire nella maniera ottimale dal punto di vista tecnico ed economico l’irrigazione da distribuire. GREENGO NODE, mediante la sua sonda inserita nel terreno, monitora costantemente il contenuto idrico presente e ci permette un impiego razionale dell’irrigazione.

Ci aiuta nella scelta temporale corretta di determinate operazioni (per esempio una trasemina) o ancora ci segnala potenziali situazioni di rischio di carenza/eccesso d’acqua. Insieme al contenuto idrico anche la temperatura è uno degli elementi determinanti per la vita e per il miglioramento dei processi fisiologici dei vegetali. Ecco che GREENGO NODE attraverso la sonda-termometro segnala la puntuale lettura delle temperature del substrato. Anche questo parametro ci regala di conseguenza la consapevolezza di rischi/vantaggi e/o della possibilità o meno di poter eseguire degli interventi sul prato.

Non ultimo tutti abbiamo avuto occasione di notare come una carenza di elementi nutritivi, così come un suo eccesso, possano essere forieri di disagi e di aumento importante dei costi di gestione. La terza punta del feeler di GREENGO NODE “cattura” la presenza di sali minerali nel terreno e ci dice se siamo a rischio di bruciature/fitotossicità così come se stiamo andando incontro a deficienze nutrizionali. Ecco quindi che si riescono a migliorare le pratiche di fertilizzazione con beneficio per la Natura, per il tappeto erboso e per l’economia di ciascuno di noi. GREENGO NODE unisce tutte queste soluzioni tecniche all’interno di un semplice contenitore da inserire nel terreno.

Ma come è fatta GREENGO NODE? Una semplice scatola di plastica contiene l’hardware necessario per la raccolta dei dati sopra elencati. Dispone di 2 connettori che vanno inseriti verso il basso dove è possibile collegare i sensori per la rilevazione dei dati (un sensore in dotazione). Utilizza un protocollo di comunicazione NB-loT che garantisce affidabilità in ogni situazione (l’antenna, interna al contenitore, per facilitare la ricezione e l’invio dei dati, deve essere posizionata verso l’alto). GREENGO NODE può essere interrata fino a 30 cm di profondità, evitando così potenziali rotture dovute ad operazioni meccaniche tipo la chiodatura.

Viene autoalimentata attraverso un sistema di batterie al litio della durata garantita di 2-3 anni (a seconda della frequenza d’impiego e di lettura dei dati). Le dimensioni, estremamente contenute (89 x 89 x 61 mm) facilitano la sua messa a dimora in ogni situazione. Un semplice filmato mostra in maniera semplice come posizionare GREENGO NODE nel terreno. Il dispositivo acquisisce i dati ogni ora durante tutta la giornata e li invia al dispositivo collegato (per esempio il semplice cellulare di ognuno di noi) ogni 4 ore.

Insieme al sensore vengono forniti anche già i dati di riferimento generali per ogni tipo di suolo in modo da avere dei riferimenti corretti per la lettura ed interpretazione dei medesimi. L’attivazione avviene in maniera semplice, indicata nelle istruzioni presenti all’interno della confezione e i dati rilevati sono di unico dominio del possessore di GREENGO NODE senza che vengano divulgati ad alcuno. I tecnici Bottos saranno lieti di rispondere ad eventuali domande in riferimento ai benefici e all’uso di GREENGO NODE, consapevoli dell’importanza dello strumento e degli innumerevoli vantaggi che fornisce. GREENGO NODE, your soilcare sensor. Perché anche in un giardino di piccole dimensioni conoscere il proprio terreno e le sue caratteristiche è il primo passo per ottenere dei sensibili vantaggi economici e migliorare il mondo che ci circonda.